loading

Roma.  Risparmiare e contemporaneamente proteggere l'ambiente: Opel KARL, la vettura più piccola della Casa di Rüsselsheim, è ora disponibile anche in versione GPL. Grazie al GPL (gas petrolio liquefatto), KARL da 54 kW/73 CV registra emissioni di CO2 nel ciclo misto pari a soli 93 grammi per chilometro, che equivalgono a un consumo di GPL di 5,7 litri per 100 chilometri. Il GPL, una miscela di butano e propano, è noto per la sua combustione pulita, in grado di ridurre le emissioni di ossido d'azoto fino all'80% rispetto a un equivalente motore a benzina.

 

 L'ambiente non è l'unico a trarre beneficio dall’uso di questo combustibile alternativo. Chi acquista una KARL GPL Tech può godere di ben quattro vantaggi: grazie al basso prezzo del GPL, le spese per il carburante scendono di quasi il 50% rispetto ai modelli a benzina; KARL 1.0 GPL Tech è già disponibile al prezzo d'ingresso di 13.300 euro (prezzo chiavi in mano in Italia, IPT esclusa). Il motore funziona con GPL e benzina, e ciò permette di portare l'autonomia totale a oltre 1.000 chilometri (dato calcolato in base al consumo ciclo misto); infine, KARL GPL Tech viene realizzata completamente in produzione e il sistema di alimentazione alternativa non è aggiunto in un secondo momento. “Il nostro modello d'ingresso mostra ancora una volta tutte le sue qualità:

 

KARL è piccola ma vanta grandi contenuti. Offre cinque posti comodi e numerose funzioni di sicurezza e di comfort solitamente presenti su vetture di categoria superiore, e adesso dispone anche di una motorizzazione particolarmente ecologica. Saranno contenti anche i portafogli dei proprietari di KARL per il basso costo del carburante e il prezzo interessante di una vettura completa, ideale per l'uso quotidiano,” ha dichiarato Roberto Matteucci, Amministratore Delegato di General Motors Italia, riepilogando le caratteristiche distintive della nuova motorizzazione di KARL.


Cosa significa essere adatti all'uso quotidiano: efficienza, dimensioni ridotte e grande autonomia

 

 Come tutti i modelli GPL Opel, KARL 1.0 GPL Tech esce dalla fabbrica pronta per utilizzare entrambi i carburanti. La possibilità di utilizzare GPL è stata tenuta in considerazione già durante lo sviluppo del nuovo tre cilindri. Premendo semplicemente un pulsante, chi guida può passare dall’uso del GPL alla benzina e viceversa, sfruttando così le due tipologie di alimentazione in modo ottimale. Con il corretto stile di guida, KARL può percorrere fino a 1.050 chilometri senza doversi fermare per il rifornimento. Si tratta di un risultato reso possibile da una tecnologia all'avanguardia: due centraline garantiscono infatti l'efficienza nel passaggio tra benzina e GPL e viceversa.



Regolano l'iniezione e l'accensione individualmente per i due tipi di alimentazione per assicurare consumi ideali e ridurre le emissioni al minimo. Il passaggio da un carburante all'altro avviene senza soluzione di continuità e senza essere notato da chi guida.

 

Il computer di bordo mostra il consumo attuale, l'autonomia residua, la velocità media e il consumo medio per ogni modo di propulsione. Quando bisogna rifornirsi di GPL, è possibile fermarsi presso uno dei 3.814 distributori italiani o uno degli oltre 35.000 distributori europei che offrono questo carburante alternativo.

 

L'estensione dell'autonomia non si ottiene a spese dello spazio utile: il serbatoio del GPL è integrato nell'alloggiamento della ruota di scorta nella parte posteriore della vettura, dove è anche protetto in modo ottimale in caso di incidente. Proprio come ogni altra KARL, questa vettura lunga solo 3,68 metri offre cinque posti comodi e un vano bagagli che può raggiungere i 958 litri.