loading

Rüsselsheim.  Sono circa 400.000 le Opel Astra ordinate dalla presentazione della vettura, avvenuta nel 2015. Chi acquista la compatta Opel non dispone solamente di una compatta affascinante e tecnicamente eccelsa (Auto dell’Anno 2016 in l’Europa), ma anche dell’elevato valore residuo. Nelle ultime previsioni, Bähr & Fess confermano che Astra è la vettura con il valore residuo più elevato della categoria. Con una svalutazione pari a solo il 41,5% dopo tre anni (60.000 chilometri) Astra ha un vantaggio di due punti percentuali sulla seconda classificata, la VW Golf (svalutazione del 43,5%). Le posizioni successive sono occupate da Audi A3 (44,5%), Seat Leon e Skoda Octavia (entrambe al 46,5%) e dalla BMW serie 1 (47%). Secondo Bähr & Fess, chi acquista una Ford Focus subirà la massima svalutazione tra le vetture compatte (52%).

“La nostra Astra continua a inanellare una vittoria dopo l’altra nei confronti delle altre vetture, ha ricevuto numerosi premi e adesso si classifica al primo posto in un segmento particolarmente combattuto,” ha dichiarato Peter Küspert, Vice President Sales and Aftersales. “L’elevato valore residuo di Astra conferma l’eccellente qualità della nostra superstar. I clienti privati e gli operatori delle flotte possono avere la certezza che acquistare una Opel Astra è un buon investimento.”