loading
  • Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel, guida il primo Crossland X uscito dalla linea di produzione
  • Crossland X segna un altro passo importante nell'offensiva di modelli della Casa tedesca
  • Il primo risultato visibile della collaborazione con PSA avviata nel 2012
  • La prossima generazione di Corsa sarà costruita su architettura PSA a Saragozza a partire dal 2019

Zaragoza.  Oggi Opel ha festeggiato l'avvio ufficiale della produzione del nuovo Crossland X a Saragozza in Spagna. Karl-Thomas Neumann, Chairman del Management Board di Opel Group, ha guidato il primo Opel Crossland X, un modello bianco con tetto nero, appena uscito dalla linea di produzione. "Oggi è un grande giorno per Opel e per lo stabilimento di Saragozza. Crossland X è un tassello importante della nostra offensiva di modelli e ci consente di aggiungere un'altra splendida vettura ad un segmento in forte crescita come quello dei SUV e dei CUV, che rafforzerà ulteriormente la nostra strategia di crescita", ha dichiarato Neumann.

Neumann ha inoltre lodato l'impegno e i risultati raggiunti dal personale dello stabilimento di Saragozza, che anche questa volta ha avviato la produzione in modo eccellente, e ha aggiunto: “Sono certo che Crossland X sarà un grande successo. Ha il giusto DNA per seguire le orme di Mokka X che si è dimostrato un enorme successo nel segmento dei SUV compatti. Il fatto che i due modelli siano prodotti qui a Saragozza, sottolinea l'importanza di questo stabilimento per la nostra offensiva di prodotto”.

Crossland X è il primo risultato visibile della collaborazione con PSA avviata nel 2012. Questo modello e il nuovo Grandland X, la seconda vettura sviluppata congiuntamente dai due costruttori, dimostrano che la collaborazione tra Opel e PSA porta alla creazione di automobili eccellenti.

In futuro questa collaborazione continuerà anche con lo sviluppo della prossima generazione di Corsa, che sarà basata su un'architettura PSA. Come già annunciato nel 2016, la vettura uscirà dalla linea di produzione di Saragozza entro la fine del 2019.

Crossland X unisce praticità, spaziosità e il design di un SUV e offre innovazioni eccezionali che rendono la guida quotidiana più sicura, più comoda e più semplice. I fari anteriori full LED dotati di funzioni come cornering light, assistenza abbaglianti e autolivellamento, head-up display e Telecamera panoramica posteriore con visione a 180 gradi con Assistente avanzato al parcheggio, Avviso di pre-collisione con rilevamento pedoni e Frenata Automatica di Emergenza[1], sistema di rilevamento stanchezza guidatore Driver Drowsiness Alert[2], Allerta in caso di involontario superamento dei limiti di carreggiata, Riconoscimento dei limiti di velocità e Avviso angolo cieco laterale, sono solo alcuni esempi. Il nuovo Crossland X vanta inoltre l'eccellente connettività tipica di Opel grazie a Opel OnStar e ai sistemi di infotainment IntelliLink compatibili con Apple CarPlay e Android Auto, con schermi touch a colori grandi fino a 8 pollici.

Crossland X rappresenta un ulteriore passo nella più grande offensiva di prodotto della storia di Opel. Dal 2016 al 2020 il costruttore presenterà 29 nuovi modelli, di cui 7 nel solo 2017.

Opel è presente da oltre trent'anni in Spagna ed è il primo datore di lavoro privato nella provincia autonoma di Aragona. Lo stabilimento di Saragozza produce tre modelli (Corsa, Mokka X e Crossland X) ed è il più grande impianto di produzione Opel in Europa. A oggi in questo stabilimento sono state prodotte più di 12 milioni di vetture. Nel primo trimestre Opel è stata al primo posto nel mercato delle automobili in Spagna. Con più di 25.000 nuove immatricolazioni nei primi tre mesi del 2017 il marchio ha raggiunto in Spagna una quota di mercato pari a circa l'8,2 per cento.

[1] Il sistema entra in funzione automaticamente a velocità comprese tra 5 e 85 km/h. Da 5 a 30 km/h la decelerazione applicata, volta a ridurre la velocità dell'impatto, è di 0,9 g. Da 30 a 85 il sistema frena per ridurre la velocità fino ad un massimo di 22 km/h. Oltre questa soglia, il conducente deve frenare per ridurre ulteriormente la velocità.

[2] Disponibili a partire dall’estate con Opel Eye.